sabato 14 aprile 2012

N.W.O: in Uzbekistan, le DONNE vengono STERILIZZATE A LORO INSAPUTA !!!


Aprile 2012 – 14:55     http://www.prigioniero.6serve.com/

La giornalista britannica denuncia la campagna di sterilizzazione forzata in Uzbekistan e spiega che nel paese e’ in atto una un piano silenzioso e forzato di sterilizzazione delle donne. Racconta la giornalista: Adolat proviene da Uzbekistan, dove  l’unico scopo  reale di  vita gira intorno ai bambini ed e’ quello di avere una grande famiglia come parametro di   successo personale (Nda queste persone non hanno davvero nulla gli rimane di bello solo i figli e la famiglia). Adolat pensa a se stessa come un fallimento. “Che cosa saro’ io dopo quello che mi è successo?” mentre con la mano accarezza i capelli della figlia – la ragazza la cui nascita cambiato la vita di Adolat.
“Ho sempre sognato di avere quattro – due figlie e due figli – ma dopo la mia seconda figlia non riuscivo a rimanere incinta, .Il governo Uzbeko  ha deciso che  molte donne sono destinate ad essere sterilizzate e che e’ stata decisa un “quota ” questo e quello che mi ha riferito il ginecologo”.

audio in inglese del reportage della giornalista inglese
Racconta la donna uzbeka che era andata a farsi visitare da un medico ginecologo e ha scoperto che era stata sterilizzata appena dopo aver dato alla luce la figlia con un parto cesareo. Ero sotto shock ho pianto e ho chiesto: “Ma perché… Come avete potuto farmi questo? Il medico ha risposto che Questa è ora la legge in Uzbekistan. “
La legge sulla sterilizzazione Uzbekistan ovviamente non e’ ufficiale ma solo ufficiosa. (NdA leggi nascosta al pubblico) ma le prove raccolte dalla BBC suggeriscono che le autorità mediche hanno l’ordine di eseguire un programma in questi ultimi due anni per sterilizzare le donne in tutto il paese e quasi sempre a loro insaputa.
I giornalisti stranieri non sono i benvenuti in Uzbekistan, e alla fine di febbraio di quest’anno le autorità li hanno fatti sloggiare dal paese. La giornalista racconta che ha incontrato Adolat e molte altre donne uzbeche nel vicino Kazakhstan e che anche raccolto testimonianze per telefono ed e-mail, e nelle registrazioni che ha fatto uscire dal paese tramite corriere.
Nessuna delle donne ha voluto dare il loro vero nome, ma provengono da diverse parti dell’Uzbekistan e le loro storie sono coerenti con le testimonianze date da  medici e professionisti sanitari all’interno del paese.
dice nelle testimonianze raccolte un ginecologo dalla capitale uzbeco di Tashkent:
“Ogni anno ci viene presentato un piano di sterilizzazione per ogni medico e viene detto quante donne ci si aspetta che donne debbano essere sterilizzate”

Come tutti i medici che ha intervistato la cronista della bbc hanno parlato a condizione di mantenere  l’anonimato. Parlare con un giornalista straniero potrebbe tradursi in una pena detentiva, in un paese dove la tortura durante la detenzione è la norma: “C’è una quota. La mia quota è di quattro donne al mese,” dice un altro ginecologo.
Due altre fonti mediche suggeriscono che esiste una pressione particolarmente forte per i medici nelle zone rurali Uzbekistan, dove sono attesi alcuni ginecologi per sterilizzare fino a otto donne alla settimana.
“Una o due volte al mese, a volte più spesso, un’infermiera della clinica locale viene a casa mia cercando di portarmi in ospedale per farmii operare”, dice una madre di tre figli nella regione Jizzakh dell’Uzbekistan. L’infermiera insistendo “sull’importanza” dell’operazione:
“Ora è gratis, ma in seguito si dovrà pagare per questo, ti conviene farlo ora”
Un’altra madre dice che  dopo qualche mese dopo aver partorito soffriva di uno strano dolore e sanguinava, poi ha avuto un controllo ecografico e ha scoperto che il suo utero era stato rimosso. Mi dissero : Che cosa te ne fai di altri bambini? Ne hai già due
La BBC ha raccolto la testimonianza simile dalla valle di Fergana, Bukhara la regione e due villaggi vicino alla capitale Tashkent.
Secondo una fonte del Ministero della Salute, il programma di sterilizzazione è destinato a controllare la crescente popolazione dell’Uzbekistan, che è ufficialmente ritenuta di 28 milioni di persone. I ricercatori demografici sono scettici a tale stima e indicano che gran numero di persone sono emigrate e l’ultimo censimento nel 1989, quando la popolazione era pari a circa 20 milioni
Sulla carta le sterilizzazioni dovrebbero essere volontarie ma le donne in realtà non hanno una scelta
“Stiamo parlando di decine di migliaia di donne che sono sterilizzate in tutto il paese”, dice Sukhrob Ismailov, che dirige il gruppo di lavoro di esperti, una delle poche organizzazioni non governative che operano in Uzbekistan.
Nel 2010, il Gruppo di lavoro di esperti ha condotto uno di sette mesi lunga indagine dei professionisti medici e raccolto prove di circa 80.000 sterilizzazioni nel corso del periodo, ma non c’è modo di verificare il numero delle “procedure” con il consenso del paziente.
I primi casi di sterilizzazione forzati sono stati segnalati nel 2005 a Gulbakhor Turaeva – un patologo nella città di Andijan che ha notato che gli uteri di giovani, donne sane venivano portati in una camera mortuaria dove stava lavorandoo.
Dopo aver raccolto le prove di circa 200 sterilizzazioni forzate, rinracciando le donne da cui sono era stato rimosso l’utero, ando’ a chiedere spiegazioni alla dirigenza del personale medico per una spiegazione e il risltato e’ stato che lo hanno licenziato.
Nel 2007 Turaeva andato in prigione, accusato di contrabbando di letteratura opposizione nel paese. Come molti altri, ha rifiutato di essere intervistato per questo rapporto a causa dei timori per la sua e la sicurezza dei suoi figli ma racconta che gli Sterilizzato la madre.
Nel 2007, il Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura ha anche riferito sterilizzazioni forzate e isterectomie in Uzbekistan, e il numero di casi sembrano diminure drasticamente (NdA toh e che altro doveva dire il noto braccio del nuovo ordine mondiale per non allarmare?)
In realta’ secondo fonti mediche, nel 2009 e nel 2010 il governo ha emesso delle direttive  alle cliniche per essere in grado di effettuare la contraccezione chirurgica. Nel 2009, i medici della capitale sono stati spediti anche alle zone rurali per aumentare la disponibilità di servizi di sterilizzazione. Ci sono prove che il numero di sterilizzazioni in realta’ stiano aumentando. Una testimonianza di un medico afferma:
“Sulla carta le sterilizzazioni dovrebbero essere volontarie, ma le donne in realtà non avere una scelta E ‘molto facile da manipolare una donna, specialmente se è povera. Si può dire che la sua salute ne risentirà se ha più figli. Puoi dirle che la sterilizzazione è la cosa migliore per lei. Oppure si può solo fare l’operazione.”
La giornalista ha parlato con diversi medici e tutti confermano che negli ultimi due anni c’è stato un drammatico aumento di parti cesarei, che forniscono i chirurghi una facile opportunità per sterilizzare la madre. Questi medici contestano le dichiarazioni ufficiali che solo il 6,8% delle donne partoriscono con taglio cesareo.
“Le Norme in materia di parto cesareo erano molto stretto, ma ora credo l’80% delle donne partorisce con taglio cesareo. Questo rende molto facile da eseguire una sterilizzazione e legare le tube di Falloppio” ha spiegato un capo chirurgo in un ospedale nei pressi della capitale Tashkent.
L’Uzbekistan sembra essere ossessionato con i numeri e le classifiche internazionali”, afferma Steve Swerdlow, direttore per l’Asia Centrale di Human Rights Watch. “Karimov è riuscito a raggiungere un accordo nel rapporto con l’Occidente perche’ ormai non ci sono piu’conseguenze per le sue azioni e violazioni dei diritti umani”, spiega Swerdlow.
La solita nota a margine del prigioniero:  Inanzitutto segnalo le frasi terrificanti dette  dei cosidetti “pro-sterlizzatori” che non solo sono da incubo ma sono senza un briciolo di umanita’, che sono un classico di chi fa parte o esegue gli ordini degli Illuminati. Faccio  inoltre notare a voi lettori due cose molto interessanti in questo articolo, che innanzitutto le Nazioni Unite minimizzano gli eventi che stanno accadendo in Uzbekistan e che apparentemente il presidente Uzbeko e la sua dittatura ha trovato ultimamente un equilibrio con l’occidente… Da quando? Per caso non e’ in relazione proprio alla volonta’ da parte di tale dittatore di portare avanti la legge sulla sterilizzazione forzata dei propri cittadini?  Guardiamo i fatti: Sterilizzazione, Onu che minimizza, L’occidente che comincia ad allentare la morsa… tutte casualita’ oppure non e’ proprio in relazione con le decisioni di sterlizzazione mondiale in lista sull’agenda del Nuovo Ordine Mondiale/Illuminati?

Articolo proveniente da http://www.stampalibera.com/?p=43753

Nessun commento:

Agricoltura: una piccola riflessione

Viviamo in una società caotica e dissociata dalla natura, per via di uno stile di vita fondato sull'individuo...un'individuo la cui ...